Riflessioni su un documento “storico” e un’esperienza professionale

Riflessioni su un documento “storico” e un’esperienza professionale

Nei lontani anni ’55/ ’57, poco più che ventenne e munita di un recente diploma biennale di assistente sociale, di enorme entusiasmo per la professione intrapresa e che sentivo profondamente mia, approdavo a Frosinone, terra sconosciuta ed estranea alla mia cultura di “ragazza del nord”. Presi servizio presso l’Ente per la Protezione Morale del Fanciullo (ENPMF) con la qualifica di “aiuto assistente sociale”, ma con la piena responsabilità delle scelte e dell’operatività professionale. L’ENPMF aveva finalità di tutela dell’infanzia e erogava prestazioni di servizio sociale. Di questa nuova disciplina aveva adottato finalità, metodologie, pluridimensionalità dell’approccio e la stessa filosofia fondante: il rispetto per la persona e la globalità dell’intervento, il che implicava ciò che oggi chiameremmo, in relazione a recentissime acquisizioni filosofiche, la lettura della complessità. Tutto ciò va ovviamente rapportato ai tempi e alle conoscenze scientifiche di cui si era in possesso all’epoca, ma anche alle scelte e agli impulsi politici che, sia pur con grandi contraddizioni, miravano alla democratizzazione del...
Read More
Presentazione della Rubrica

Presentazione della Rubrica

La SOSTOSS apre una rubrica per consentire la partecipazione di coloro che desiderino e vogliano offrire un contributo per scoprire/riscoprire la storia del Servizio Sociale: esperienze operative di particolare significato vissute in proprio o delle quali si posseggano evidenze documentali. La SOSTOSS non è un cenacolo di esperti e illuminati, ma uno strumento di crescita di consapevolezza e responsabilità per gli Assistenti Sociali che vogliano recuperare ciò che sta alle loro origini e alle loro spalle, il cui salvataggio non si esaurisce nel recupero e nella valorizzazione di materiali, ma anche nella rivisitazione di questi materiali, per rilanciare il significato e la funzione della professione nel mondo attuale. Non vi è dubbio che, nata in un clima politico e sociale per realizzare progetti di democrazia, la professione rimane legata alle scelte o alla confusione in cui si dibatte la politica contemporanea, pertanto questo spazio rimane ancorato all'esperienza storica, ma offre l'occasione per riflettere sull'attualità e le odierne prospettive della professione....
Read More